La politica frequenta gli stessi POST degli elettori
14 maggio 2019
Content marketing, di cosa si tratta?
24 settembre 2019

Siamo quello che postiamo. Storytelling e influencer marketing per l’HO.RE.CA

Mario ha 39 anni e gestisce un locale specializzato in gin e spirits in uno storico caruggio nel centro di Genova. Il suo bar funziona molto bene, è sempre pieno di clienti, innamorati della sua specialità, il gin tonic “a modo suo”. Mario ha sempre la battuta pronta e aneddoti divertenti da raccontare e ha sempre voglia di trovare nuove soluzioni per migliorare l’offerta del suo locale. Infatti, decide di aprire una pagina su Instagram e si ripromette di postare una foto al giorno per far conoscere al mondo intero i fantastici colori dei suoi cocktail. Posta la prima foto e dopo qualche ora riceve solo 4 cuoricini (o like, che dir si voglia). Il giorno dopo posta un’altra foto bellissima, sui toni del giallo, perché ha creato il “gin tonic allo zafferano”, 3 like! 

Photo by Prateek Katyal on Unsplash

Cosa significa engagement?

Mario si trova davanti a un fenomeno incredibile: fuori dal suo piccolo locale si riversano decine e decine di persone per assaggiare la nuova creazione mentre sui social ha avuto un engagement bassissimo. Perché? Le persone che sono accorse a gustare la novità sono del quartiere e probabilmente, passando davanti al locale la sera prima, hanno buttato l’occhio sul cartello che Mario aveva affisso con su scritto “Da domani grande novità: gin tonic allo zafferano!”.

Su Instagram Mario ha postato la foto, con dei colori bellissimi, ma con una qualche citazione di Platone, che non ha funzionato. Non ha fatto breccia nei cuori dei suoi clienti e nemmeno degli utenti della piattaforma; notano tutti una diversità sostanziale tra il solito modo di parlare di Mario e la citazione scopiazzata posta sotto la foto. 

Photo by Kaleidico on Unsplash

Come essere riconoscibili

Come è possibile coordinare il proprio tono di voce, riconosciuto e apprezzato dai clienti, con le grammatiche e i linguaggi dei social media?

È fondamentale creare una narrazione di sé e uno storytelling in linea con i propri valori, affiancata alla costruzione di una perfetta esperienza utente che parta dal locale per poi amplificarsi sulle piattaforme social più frequentate dal tuo pubblico. 

Chi può aiutarti in questa sfida? I tuoi clienti stanno diventando sempre più “social”, caricano dieci foto al giorno e fanno stories, ad ogni ora, di qualsiasi loro pietanza. Loro, i clienti, possono diventare ambassador e influencer del tuo locale creando un passaparola anche sui social media. 

Con quali mezzi? Quale “tono di voce” è meglio utilizzare? Come si costruisce uno storytelling perfetto? Chi sono e cosa fanno gli influencer? Abbiamo deciso di rispondere a queste domande insieme ad una delle principali realtà di beverage in Italia, Timossi Commerciale S.p.A.. Una grande azienda genovese che da tempo ha aperto le porte di una Academy per formare, su moltissimi temi legati a comunicazione, bartendering e accoglienza, tanti gestori e dipendenti di locali che hanno voglia di mettersi in gioco. 

Photo by George Paga on Unsplash

U-MAN, insieme a Timossi, dedicherà alla comunicazione due workshop nel mese di luglio. Il primo su storytelling e creazione di contenuti e, il secondo, su influencer marketing. Li abbiamo immaginati insieme a Nicoletta, responsabile marketing di Timossi, come un’occasione per imparare a utilizzare gli strumenti del digital marketing, per conoscere da vicino i clienti e trasformarli nei primi influencer del locale e per creare contenuti efficaci e coinvolgenti sui canali social.

Anche tu hai bisogno di qualche dritta su come creare una strategia social in linea con i tuoi valori? Contattaci! 

Alla prossima & stay U-MAN

Lascia un commento